domenica 3 giugno 2012

LA MIA "BALLERINA" DI PANNA COTTA

Ho sempre pensato alla cucina come al laboratorio di un artista, tutti gli utensili sono lì pronti per essere usati, come i pennelli per il pittore.Quando ho letto il contest di Elisa che parlava di contaminazioni , non potevo che essere d'accordo, nelle varie forme d'arte ci sono contaminazioni in continuazione, per questo mi è venuto in mente Mirò che nel quadro  "Ballerina II" è stato sicuramente ispirato dall'arte della danza,infatti nell'opera appare la figura stilizzata della ballerina, delineata attraverso le curve tratteggiate a spirale che ne suggeriscono i passi di danza in un movimento ascendente.
Ora io non sono certo un'artista , però per questo contest ho voluto rendere omaggio a Joan Mirò, che tra l'altro è un'artista che mi appassiona, con questa composizione!



La ricetta è quella della classica panna cotta semplicissima da preparare e piacevole da gustare!

Ingredienti:
500ml panna fresca
250ml latte
3 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
3 fogli di colla di pesce
marmellata di fragole

Far ammollare la colla di pesce in acqua fredda.Far bollire latte, panna e zucchero, poi fuori dal fuoco unire la colla di pesce strizzata. Mescolare e far raffreddare. Quando è tiepida metterla dentro dei contenitori, io ho usato dei contenitori in alluminio usa e getta a forma di cuore, ma va bene anche la porcellana.
Lasciate in frigo per almeno 4 o 5 ore, al momento di servire sformate nel piatto e accompagnate con marmellata di fragole oppure caramello.

Con questa ricetta partecipiamo al contest "Contaminazione food & ... art" di Elisa



Continua a leggere...» Stampa il post completo

4 commenti:

  1. Ciao! Splendido quadro, riprodotto alla perfezione nel piatto, complimenti! E grazie per aver partecipato! Se volete vi aspetto ancora per questo mese, altrimenti siete invitate alla prossima edizione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se abbiamo qualche altra ispirazione ripassiamo sicuramente!

      Elimina
  2. mi piace moltissimo questa tua rielaborazione!!!! Mirò si presta molto e tu l'hai interpretato alla grande!
    Complimenti
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e complimenti anche a te per i tuoi "Spiedini di totani e gamberoni con panatura alle erbe",appena li ho visti mi è tornata la fame.

      Elimina